CORRISPONDENZA EPISTOLARE


Lettera al Consigliere Alberto Moraglia
Signor Moraglia, ricevo con una certa frequenza lettere a Sua firma con lo stemma del Comune di Sanremo. Come diceva un certo signore molto arguto e navigato di Roma a pensar male si fa peccato, ecc.ecc. quello che segue. Ebbene quel simbolo, mi scuserà, desta in me qualche sospetto che spero Ella saprà fugare. A questo punto sentendomi ormai un " amico di penna" mi sono permesso di risponderLe esponendo le mie perplessità sui Suoi scritti di cui mi sfugge il  senso. Ho qui sotto gli occhi l’ultima arrivata e, detto tra di noi  mi sembra una accozzaglia di luoghi comuni e slogan  da bar dello sport. Il Titanic con annessi suoni e balli, il pane e lavoro per tutti, gli occhi aperti e il balzo in avanti.
A mio avviso  una opposizione di cui Lei è un valido esponente dovrebbe entrare nel merito almeno su qualcuna di queste  lamentazioni magari facendo lo sforzo di suggerire un possibile rimedio o quantomeno proporre  interventi migliorativi.
Diversamente siamo sempre al detto :" piove governo ladro"
Un saluto dall’ involontario destinatario  delle Sue missive Antonio Ivaldo
risposta di Moraglia
Mio caro "amico di penna", leggo con piacere la sua, di cui apprezzo ogni riga,condividendone il senso e gli spunti e, un a volta tanto, mettendomi nei panni dell’"involontario" ricevente delle farneticazioni periodiche di un consigliere comunale.
Le confermo che lo stemma non solo non è lì per caso ma anzi è lì proprio per fare assumere all’autore le proprie responsabilità "morali e politiche", consapevole che da tutto ciò derivano più  rischi che  vantaggi.
Non le sarà sfuggito che, per lo più, non indico la formazione politica nelle cui fila sono stato eletto e ciò non  per vezzo, bensì per libertà intellettuale, considerandomi sin dal primo giorno più un mandatario di alcuni elettori che un esecutore di ordini di scuderia.
Sono pienamente daccordo che le mie missive trabocchino di luoghi comuni e tuttavia la prego di credermi, oltre ad una naturale propensione alla propaganda del mezzo mediatico epistolare, vi è in essa il desiderio di esternare le semplici (banali) riflessioni della gente normale (nella quale milito da sempre) nonchè le piccole frustrazioni del "pubblico amministratore" che vede da vicino la realtà del palazzo. Riflessioni che, come spesso mi premuro di sottolineare, non  sono ne’ pro ne’ contro qualcuno (salvo la categoria del "politicante" in senso lato) bensì in favore di una presa di coscienza.Quanto poi io ci riesca, questo è tutto un altro paio di maniche.
Personalmente non considero questa amministrazione peggiore della precedente.Non a caso, le critiche più feroci al mio modo di essere mi arrivano dalla mia parte politica, ma questo è un altro film
Per concludere, assumo la sua critica come tale e quindi ne farò buon uso. In fondo lei mi da dei suggerimenti e poiché sono disinteressati hanno il pregio della schiettezza e della genuinità: non è poco.
La ringrazio e la saluto con grande cordialità.
Alberto Moraglia    

Annunci

Informazioni su nandorimugi

Questo è un cassetto pieno di cianfrusaglie, alcune recenti, altre dimenticate da anni. Come nei mercatini dell' usato basta rovistare, qualche cosa da recuperare si trova sempre e a poco costo.

Pubblicato il 25 aprile 2008, in politica meditata, Ragionamenti con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Nando Rimugi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: