LA VELOCITA’ DELLA LUCE NEL VUOTO


Sottotitolo: e nel semolino

images

Parliamo della luce.

Si dice che nel vuoto viaggi a quasi 300.000 km. il secondo ma non ho mai letto a quanto viaggi per esempio nel brodo di pollo. Non che mi interessi particolarmente ma suppongo che se l’assioma è “la luce si propaga nel vuoto alla velocità di (quasi) 300.000 km. al secondo” quasi certamente nel brodo di pollo troverà qualche difficoltà in più ad avanzare. Facciamo finta che il brodo la costringa a procedere a 250.000 km. al secondo. Ciò significa che la velocità della luce è condizionata dal soggetto che attraversa. Diciamo per similitudine che se un motoscafo in mare può raggiungere i 25 nodi, messo in una vasca piena di semolino a fatica raggiunge i 5, pur mantenendo integre le proprie potenzialità.

Andiamo avanti, un autoblindo dotato di cannoncino sta procedendo verso il bersaglio a 50 km. l’ora mentre un secondo procede alla stessa velocità e stessa distanza in senso perpendicolare al primo. Se contemporaneamente sparassero un proiettile, uno davanti a se e l’altro girando la torretta di 90° verso la stessa direzione.   il ragionamento logico che ne consegue   è che il primo proiettile a colpire il bersaglio è quello dell’autoblindo che procede in quella direzione perché la velocità del proiettile si somma a quello del mezzo da cui è sparato (50 km/h) mentre l’altro può contare solo sulla velocità del proiettile senza quella dell’automezzo che procede perpendicolarmente. Questo succede sulla Terra ma se i proiettili viaggiassero alla velocità della luce “c”, sparati dalla stessa distanza raggiungerebbero il bersaglio contemporaneamente, indipendentemente dal fatto che provengano da mezzi dotati di una qualsiasi velocità e a prescindere dalla direzione che questi intraprendessero.

Questo perché la velocità della luce è una costante e non può essere superata.

Ma tornando alla barca nel semolino, se questa procede a 5 nodi non diciamo che la velocità massima della barca è di 5 nodi ma che nel semolino questa non riesce ad andare più veloce! Veniamo alla luce nel vuoto. Accendo un proiettore e il raggio immediatamente da velocità 0 raggiunge i soliti (“quasi” perché non ho voglia di scrivere tutti i numeri che compongono la cifra) 300.000 Km./s. Quindi ha un’accelerazione fulminea e poi la velocità si stabilizza, Perché? Sbaglio o nel vuoto in assenza di attriti l’accelerazione dovrebbe essere infinita?

Domanda: CHI RALLENTA LA LUCE?

Una risposta porrebbe essere che il “vuoto assoluto” in realtà non è affatto vuoto e per questo come il semolino non consente una velocità maggiore alla barca. Analogamente è il vuoto che ne limita la velocità. Come? Bella domanda, forse la materia oscura oppure la forza oscura o perché interagisce con queste due e chissà cosa succede.

Annunci

Pubblicato il 3 gennaio 2015, in Scienza, religione e pensiero disteso con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Nando Rimugi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: